Via Crucis

Il pellegrinaggio percorre un preciso tratto che sale le pendici del monte Castellano
Via Crucis

La realizzazione della prima Via Crucis venne inaugurata nel 1939 lungo il viale dei Cappuccini, ma il passare degli anni e l'aumento crescente del traffico rese sempre più impercorribile questo tragitto. I Frati Cappuccini, il 25 maggio 1968, decisero di costruire una nuova Via Crucis che venne inaugurata il 25 maggio 1971.

La Via Crucis percorre un preciso tratto che sale le pendici del monte Castellano, lungo il quale sono allestite 14 stazioni bronzee realizzate dallo scultore Francesco Messina. Nel quinto pannello è raffigurato Padre Pio che aiuta Cristo a risollevare la Croce. Una lunga scalinata compone il Viale della Madonna, formata da 152 gradini, sui quali sono montate altre opere dello stesso Messina.

Le sculture di Padre Pio, della madonna e di Gesù risorto aumentano il loro valore spirituale e la loro maestosità nel verde della pineta e nel rosso della roccia garganica, mentre fa da sfondo l'azzurro del cielo e la variegata pianura Dauna. I tornanti che vengono percorsi si intersecano più volte con l'ampia scalinata, che volge lo sguardo direttamente al piazzale della Risurrezione, dove è collocata la statua di Gesù risorto.