Udienza giubilare di Papa Francesco agli operatori di Casa Sollievo della Sofferenza e ai Gruppi di Preghiera di Padre Pio

Previsti 800 Gruppi di Preghiera provenenti dall'Italia e da ogni parte del mondo
5 Febbraio 2016

Previsti 800 Gruppi di Preghiera provenenti dall'Italia e da ogni parte del mondo. Assieme a loro 1.300 tra operatori e famigliari di Casa Sollievo della Sofferenza. I varchi di Piazza San Pietro saranno aperti alle 7.30. L'arrivo di Papa Francesco è previsto per le 10.30

Sono circa 50.000 finora le prenotazioni giunte al Centro Gruppi di Preghiera di Padre Pio per partecipare all'udienza giubilare concessa da Papa Francesco agli operatori di Casa Sollievo della Sofferenza e ai Gruppi di Preghiera di Padre Pio, le associazioni religiose volute dal Frate e diffuse in tutto il mondo, che hanno il proprio centro pulsante e ufficiale nell'ospedale da lui voluto a San Giovanni Rotondo.

Tra questi, saranno 651 i Gruppi di Preghiera italiani che raggiungeranno Roma da tutte le regioni d'Italia: nello specifico dal Centro Sud (313), dal Centro Italia (211) e dall'Italia Settentrionale (127). Le regioni maggiormente rappresentate saranno nell'ordine: Lazio (150), Puglia (76), Campania (62), Sicilia (56) e Abruzzo (45). Dall'estero giungeranno a Roma 142 Gruppi: 86 dall'Europa, 43 dalle Americhe, 6 dall'Asia, 4 dall'Africa e 3 dall'Oceania. I più numerosi saranno i Gruppi provenienti dalla Polonia (15), Argentina (14), Stati Uniti (14), Germania (12) e Francia (10). 

A questi si aggiungeranno anche 1.300 tra operatori e famigliari di Casa Sollievo che partiranno nella notte di venerdì con 17 autobus messi a disposizione dall'Ospedale.

«Sarà una data storica per l'Opera di Padre Pio - ha spiegato Monsignor Michele Castoro, presidente della Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza e arcivescovo di Manfredonia Vieste San Giovanni Rotondo -. Con gioia e trepidazione ci siamo preparati a questo importantissimo evento che cade in un anno di grazia come quello del Giubileo, e in un tempo per noi molto significativo in vista del 60° anniversario dell'inaugurazione di Casa Sollievo della Sofferenza del prossimo 5 maggio».

Per Domenico Crupi, vice-presidente e direttore generale l'udienza «sarà un momento di grande gioia e sarà sopratutto un momento di grande riflessione sulla nostra storia, sulla nostra origine e sui carismi del nostro Fondatore, scelto da Papa Francesco come testimone di misericordia. Misericordia che traduciamo operativamente nei confronti dei tanti malati che ogni anno salgono sul  Gargano per affidarsi alle nostre cure e alla nostra accoglienza».

La mattina dell'udienza, dopo l'apertura dei varchi di piazza San Pietro alle 7,30, la conduttrice televisiva Lorena Bianchetti intervisterà alle 8.30 fra Luciano Lotti, storico e biografo di Padre Pio. Alle 8.35 inizieranno le Lodi Mattutine animate da Padre Enzo La Porta, con coro e orchestra diretti dal maestro Fabio Avolo, seguite dalla catechesi di Padre Raniero Cantalamessa. In chiusura l'intervista a Monsignor Michele Castoro e Domenico Crupi, durante le quali verranno trasmessi sui maxischermo di piazza San Pietro le immagini dell'Ospedale e l'audio integrale e inedito di Padre Pio che inaugura la sua Opera, la Casa Sollievo della Sofferenza.

L'arrivo di Papa Francesco in piazza è previsto per le 10.30, con inizio dell'udienza fissato per le ore 11.