Pellegrini irlandesi alla scoperta del borgo antico della città

La guida turistica Amanda Devine ''ringrazia'' l’assessore Di Maggio per il supporto ricevuto
15 Gennaio 2014

Alla riscoperta del centro storico della città che spesso viene ignorato dalla stragrande maggioranza dei pellegrini (soprattutto stranieri) che fanno capolino nella città di san Pio. D’ora in poi non sarà più così: parola di Amanda Devine. Che è una addetta ai lavori che lavora nel settore turismo da oltre vent’anni e che negli ultimi anni ha svolto un ruolo come responsabile diretta nell’organizzazione di pellegrinaggi dall’Irlanda a San Giovanni Rotondo in modo particolare. La Devine ha visto finalmente esaudito il suo desiderio di essere edotta sulla parte antica di San Giovanni Rotondo e così ha preso carta e penna ed ha scritto una lettera di ringraziamento al sindaco Pompilio e all’assessore alla cultura e centro storico Michele Di Maggio.

“Con il passare degli anni ho coltivato il desiderio di poter mostrare ai miei pellegrini, oltre che la zona del santuario, che di sicuro è di notevole interesse, anche il centro storico di San Giovanni Rotondo. Questo perché ritengo” ha spiegato la Devine “la vostra città molto interessante e forse anche perché ne sono particolarmente “innamorata”. In questi anni ho cercato di parlarne con qualcuno del settore, tutti sembravano apparentemente interessati a questa mia idea, ma non ho mai avuto il giusto supporto tecnico affinché potesse svilupparsi e fornire così un servizio adeguato ai gruppi irlandesi e stranieri in visita a San Giovanni Rotondo. Ora sono molto contenta di poter dire che ci sono stati dei cambiamenti e per questo voglio esprimere tutto il mio ringraziamento.

Nel mese di ottobre ho conosciuto Michele Di Maggio, assessore al Comune di San Giovanni Rotondo, a cui ho spiegato le mie intenzioni e mi ha ascoltato dicendomi che al mio ritorno a San Giovanni Rotondo mi avrebbe preparato del materiale informativo. Sono tornata a San Giovanni Rotondo nel mese di dicembre scorso ed ho incontrato Michele Di Maggio. Che è stato di parola. Non solo mi ha fatto trovare materiale informativo, ha fatto molto di più. Mi ha organizzato una visita guidata per il centro del paese insieme ad un gruppo di guide con il signor Mario Steduto.

Il tour che abbiamo fatto per la città e le informazioni che mi sono state date hanno per me un immenso valore, ed ora sono fiduciosa di poter fornire ai miei gruppi tutte le informazioni necessarie per poter fare un tour di interesse per le vie del centro storico di San Giovanni Rotondo, una città che noi irlandesi abbiamo molto a cuore per quello che rappresenta Padre Pio. Ora sarà così possibile conoscere la parte antica della città, dove ci sono luoghi che anche Padre Pio ha visitato. Credo che i nostri sforzi congiunti, grazie anche al supporto di Michele Di Maggio, ci porteranno degli ottimi risultati”.

Comune di San Giovanni Rotondo