Scuola Pascoli-Forgione

La giunta approva il progetto esecutivo per la manutenzione straordinaria
14 Ottobre 2013

La giunta Pompilio ha approvato il progetto esecutivo (dell’importo di 321 mila euro circa) redatto dall’ufficio tecnico comunale (lo scorso 1 ottobre) per lavori di manutenzione straordinaria da eseguire presso l’ex scuola media statale “Giovanni Pascoli” attualmente “Istituto comprensivo Pascoli-Forgione”. “E’ il primo passo di una serie di interventi che ci apprestiamo a realizzare. Sullo stato di manutenzione delle scuole massima è la nostra attenzione” spiega l’assessore ai lavori pubblici Michele Pennelli. “Il monitoraggio sull’argomento è continuo. Lo stato di salute dei nostri edifici scolastici è sotto il costante esame degli uffici comunali. Nulla viene tralasciato al caso per assicurare la massima sicurezza ai nostri alunni” è la sottolineatura del sindaco Luigi Pompilio.

I fondi sono ministeriali e provengono dalla delibera CIPE del maggio 2010 con la quale è stato approvato il “Primo programma straordinario di interventi urgenti finalizzati alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi anche non strutturali negli edifici comunali” elaborato dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministero dell’istruzione, università e ricerca. Nel luglio 2012 il Provveditorato interregionale per le opere pubbliche “Puglia Basilicata” ha comunicato l’ammissibilità del finanziamento e contestualmente chiesto al Comune una serie di informazioni e documentazione. Una volta evaso questo passaggio, il 26 settembre 2012 si è proceduto alla sottoscrizione della convenzione tra l’ente municipale e lo Stato (a firmare il documento nel dicembre 2012 sono stati i rispettivi direttori generali idei Ministeri Infrastrutture e del Miur). L’ok al progetto definitivo da parte del Provveditorato risale sempre a luglio 2012. In quella occasione il Provveditorato aggiunse una serie di integrazioni da apportate in sede di redazione del progetto esecutivo. Cosa che l’ufficio tecnico comunale ha fatto lo scorso 1 ottobre.

Il progetto esecutivo adeguato alle prescrizioni del Provveditorato è stato così approvato dall’esecutivo Pompilio lo scorso 4 ottobre. L’opera rientra inoltre nella vigente programmazione triennale delle opere pubbliche 2013-2015 (annualità 2013) varata dall’amministrazione comunale. Adesso c’è la necessità di accelerare i tempi riguardo alla cantierizzazione dei lavori. Come? Passando alla fase della indizione della gara d’appalto (evidenza pubblica e o procedura negoziata con ditte in possesso dei requisiti previsti dalla legge). Perché? Perché c’è da rispettare - pena la revoca dei fondi assegnati - il vincolo dei tempi ristretti imposto dalla convenzione sottoscritta tra Stato ed ente nel settembre 2012.

Comune di San Giovanni Rotondo