La reliquia di San Pio rimane a San Giovanni Rotondo

L’annuncio di Monsignor Castoro: “Per il cuore di San Pio si lasciano le cose come stanno”
2 Luglio 2013
Padre Pio
Padre Pio

Lunedì 24 giugno 2013 alle ore 12,15 al termine della santa messa presso la chiesa madre di San Leonardo Abate per la festività di San Giovanni Battista patrono della città di San Giovanni Rotondo, monsignor Michele Castoro, arcivescovo della Diocesi Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo ha annunciato: “Come è noto, i Frati Minori Cappuccini della Provincia Religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio, riuniti nell’ultimo Capitolo Provinciale, hanno espresso all’unanimità l’auspicio che l’insigne reliquia del cuore di san Pio sia trasferita nel loro convento di Pietrelcina.

Il Ministro Provinciale, fr. Francesco Colacelli ha verificato la percorribilità di tale ipotesi, consultando le istanze ecclesiastiche competenti. Tutto ben considerato, d’accordo con l’Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, Mons. Michele Castoro, il Ministro Provinciale è giunto alla conclusione di lasciare le cose come stanno. Con questa dichiarazione si pone fine alla vicenda.”

“E’ prevalso il buon senso e ringrazio pubblicamente monsignor Castoro, il quale ha dato dimostrazione di grande equilibrio in tutta la vicenda” ha commentato il primo cittadino Luigi Pompilio. “In più voglio condividere questa gioia” ha aggiunto “con tutti i sindaci del Gargano, ai quali vanno i ringraziamenti miei e dell’intero Consiglio Comunale per il sostegno accordatoci”.

Il sindaco ha informato i suoi concittadini della straordinaria notizia dal palco, poco prima della esibizione canora di lunedì sera 24 giugno del cantante Donato Perrone in piazza Europa, in occasione della festa patronale. Notizia salutata da un fragoroso applauso del pubblico. “In questa vicenda, ci tengo infine a ribadire” ha concluso Pompilio “che non vi sono né vincitori né vinti. Vi è solo una gioia immensa per come è andata a finire. Gioia che ognuno di noi deve gustare nel silenzio del proprio intimo.”

Comune di San Giovanni Rotondo