Furto di cavi elettrici

Contrada 'Quadrone' è rimasta al buio
29 Aprile 2013
Cavi elettrici
Cavi elettrici

Ladri di rame sempre in azione. Stavolta il teatro delle razzie è stato quello delle campagne circostanti la città di san Pio. L'ennesimo furto di cavi elettrici – avvenuto nella giornata di sabato scorso – ha gettato (ormai da quattro giorni) nel buio, una intera contrada ubicata a dieci chilometri dal centro abitato, sulla strada per Foggia. La contrada è quella denominata Quadrone (zona ex miniera Montedison). Vi ci abitano ben otto famiglie e nei paraggi ci sono due ristoranti (tra cui un agriturismo Santa Barbara, il ristorante è invece quello di Largo della Miniera). Un piccolo borgo sperduto che costeggia la strada che conduce dalla città di san Pio al capoluogo. Tutta gente -tra di loro molti i bambini e gli anziani, alcuni ammalati - senza corrente elettrica da ormai più di metà settimana. Una situazione intollerabile. "Non ce la facciamo più.

Abbiamo sollecitato l'Enel allo scopo di ripristinare con celerità il servizio perché è dura andare avanti così da quattro giorni. E ci siamo rivolti anche al nostro sindaco Pompilio" rivela uno degli abitanti della contrada Pasquale Massimiliano Grifa. "Dal Comune abbiamo saputo che il sindaco si è dato da fare ed ha dato mandato al suo ufficio tecnico di intervenire sull'Enel. Spero che facciano presto" è l'auspicio di Grifa.

L'Enel è stata infatti sollecitata con decisione dal primo cittadino. Tanto che già nella giornata di oggi (o al massimo di domani) si prevede un intervento risolutivo da parte dei tecnici abilitati. Il furto di sabato scorso -che ha gettato appunto nel buio contrada Quadrone- segue quello avvenuto non più tardi di dieci giorni fa nei pressi di San Marco in Lamis. Quella volta a farne le spese furono le linee elettriche (circa 400 metri) che servono le aree di Montenero, Monte Celano ed il centro abitato di San Marco in Lamis. Grazie al pronto intervento dei tecnici Enel parte della clientela fu collegata nuovamente alla rete elettrica in tempi celeri.

Grazie – solo dove però fu possibile- all'uso di schemi di distribuzione alternativi. Una sorta di by-pass al tratto di linea colpito dai furti. Gli abitanti esasperati di contrada Quadrone si augurano che sia così anche per loro. Che non dovranno attendere ancora. Nel frattempo tutti i tecnici Enel sono al lavoro per un ripristino definitivo della erogazione di energia elettrica. Sempre che non si verifichino nuovi furti nella zona.

Comune di San Giovanni Rotondo