Contributo straordinario per il 21 giugno

Visita del Papa, assegnati duecentomila euro dalla Regione
27 Aprile 2009
Papa Benedetto XVI
Papa Benedetto XVI

Buone nuove dalla Regione per il Comune la giunta regionale ha deliberato l’elargizione di un contributo straordinario di 200 mila euro per far fronte agli interventi necessari all’org anizzazione della visita del Papa Benedetto XVI, in programma il prossimo 21 giugno nella città di San Pio. L’emendamento - che vede come primo firmatario Rocco Palese (Pdl) - è stato approvato a maggioranza dall’aula con il voto contrario dei consiglieri Stefano Giampaolo della lista Primavera Pugliese e Cosimo Borraccino (Pdci). Dopo le prime perplessità espresse dall’assessore al Turismo, Massimo Ostillio, sul reperimento di sufficienti risorse ad assicurare l’accoglienza, è stato l’assessore al Bilancio, Michele Pelillo, ad ufficializzare la piena disponibilità del governo regionale nel sostenere la visita del Pontefice.

Interverremo con somme a nostra disposizione - ha aggiunto Ostillio - per quel che riguarda le spese di accoglienza. I 200 mila euro si sommeranno alle risorse dedicate a questo tipo di interventi. Vede così premiata la sua perseveranza, il sindaco di San Giovanni Gennaro Giuliani, che proprio qualche settimana fa insieme ad una delegazione formata dal vicesindaco Maria Sanità Assunta Ippolito, dall’assessore al turismo Salvatore Taronno, dal presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Mangiacotti e dal segretario locale del Pd De Angelis, si era recato a Bari per bussare a soldi.

Duecentomila euro rappresentano una cifra che non risolve tutti i problemi, ma si configura comunque come una buona base di partenza per allestire la dovuta macchina organizzativa che dovrà gestire il grande evento. In particolare va ricordato c'è da garantire il decoro della cosiddetta “zona internazionale” ossia ospedale, santuario e chiesa grande, tra l’altro i luoghi dove sosterrà il Papa durante la giornata del 21 giugno. E nello specifico c'è da potenziare la pubblica illuminazione e c'è da migliorare la viabilità. Intanto i frati attendono la visita della delegazione della Santa Sede per gli ultimi preparativi della visita del santo Padre, il quale sarà impegnato prima il 28 aprile a L’Aquila e poi a maggio in Terra Santa.

Francesco Trotta (La Gazzetta del Mezzogiorno)